Ha una struttura molto più consolidata e perfezionata esteticamente, e nella parte centrale è stata fissata la scheda per il controllo e che facilita anche il collegamento dei motori, sensori e led. Il processore alla base è sempre Atmega328P-PU che oltre a controllare alcune funzioni automatiche attraverso il sensore di distanza ad ultrasuoni, interfaccia i movimenti di base del robot utilizzando un telecomando a infrarosso. Il robot può muoversi a distanza in avanti, indietro, destra e sinistra. Mentre il sensore HC-SR04 posizionato in alto è stato programmato per funzionare automaticamente in specifiche condizioni (ad esempio: un oggetto a 5 cm di distanza viene evitato automaticamente con un movimento di 180°, mentre invece se un oggetto è ancora più vicino di 5cm il robot effettua una serie di manovre veloci all'indietro). Questa nuova scheda presenta anche un ulteriore plug (tre pin) che permette in ogni momento di modificare i dati presenti nel processore, in modo da poter sviluppare sempre il software di base e le sue funzioni. Si tratta di tre pin collocati in alto che sincronizzano il processore con l'interfaccia IDE di Arduino, permettendo perciò di poter modificare il software del robot senza la necessità di dover utilizzare la board di Arduino per caricare i dati. Alias DUE, come il primo, funziona con delle batterie ricaricabili tramite apposito jack posizionato sulla parte posteriore e che consentono molte ore di autonomia.

Ideatore: Marco Stella

Assistente: Sabrina Stella

Clicca sulle immagini per ingrandirle